top of page

Cheese 2023

cheese--.jpg

VENERDÌ 15 SETTEMBRE

Ore 11.00:

Inaugurazione dello spazio Trentino a Cheese

Presentazione del programma dello spazio Slow Food Trentino a Cheese e delle pubblicazioni preparate per l’occasione per comunicare la varietà del settore lattiero-caseario in Trentino e il suo ruolo fondamentale a tutela della biodiversità, della bellezza del paesaggio e per la conservazione dei “territori di vita”.

 

Ore 12.30

La cucina delle malghe del Trentino con i cuochi dell’Alleanza

Le malghe sono diventate negli ultimi anni un luogo dove riscoprire l’ospitalità autentica e le tradizioni anche a tavola. I cuochi dell’Alleanza proporranno alcune ricette tipiche delle malghe del Trentino. Luigi Montibeller cucinerà i tradizionali “gnocchi di ricotta”, con la ricotta fresca dei malghesi del Lagorai.

 

Ore 14.00

Incontro con il produttore: Caseificio sociale degli Altipiani e del Vezzena

Assaggio di Vezzena Presidio Slow Food con, in collegamento dal Caseificio, la Presidente Marisa Corradi che presenterà questo formaggio unico nel suo genere grazie alle essenze erbacee dell’altopiano e alla lunga stagionatura. Il latte proviene da malga Millegrobbe ed è lavorato a crudo nel piccolo caseificio di Lavarone. 

Ore 16.00 Laboratorio di abbinamento: formaggio e birra

Lorenzo Petrolli condurrà una degustazione di birra artigianale Impavida, prodotta ad Arco, sulla sponda nord del Lago di Garda, abbinata ai formaggi di malga delle Valli trentine.

 

Ore 17.00

Incontro con il produttore: il Caseificio Turnario di Pejo

Riccardo Casanova, collegato online dal Caseificio Turnario di Peio, ci presenterà questa modalità di conferimento e trasformazione del latte un tempo molto diffusa nelle valli alpine ma oggi assolutamente rara. In assaggio il Casolet a latte crudo Presidio Slow Food, il formaggio di capra e il tradizionale nostrano Pegaes prodotti dal giovane casaro Daniele a Pejo.

 

Ore 18.00:

I formaggi di alpeggio incontrano i Presìdi Slow Food del Trentino

Vino/formaggi è un abbinamento in grado di tessere un racconto emozionante del nostro territorio. Enantio a piede franco Presidio Slow Food, le cui uve provengono da vigne secolari, e Vino Santo Trentino Presidio Slow Food, il vino con il più lungo appassimento al mondo, possono creare accostamenti in grado di valorizzare sia il vino che il formaggio. A Cura di Barbara Tavernaro e Tommaso Martini.

 

SABATO 16 SETTEMBRE

Ore 11.00

Valorizzazione dei formaggi nelle osterie Trentine

Degustazione del piatto di formaggi proposta da Sandro e Mario Di Nuzzo, cuochi dell’Alleanza del ristorante Nerina di Romeno, in Val di Non. Primo premio per la capacità di valorizzare i formaggi di malga in una tavolozza di sapori accompagnata da un racconto preciso e sapiente. Alle spalle un forte lavoro di collaborazione con gli altri cuochi dell’Alleanza che hanno creato una cantina di stagionatura comune.

Ore 12.30

Cuochi dell’Alleanza e Arca del Gusto

Luigi Montibeller cucinerà il fanzelto di grano saraceno di Terragnolo Presidio Slow Food, pane tradizionale, sottile e simile ad una omelette, nato per far fronte alla scarsità di grano e quindi di farina bianca. Sarà abbinata alla mortandela, salume artigianale dalla caratteristica forma a calotta, e ai formaggi Presidio Slow Food.

 Ore 14.30

Incontro con il produttore: l’Azienda Agricola Sicherhof di Romeno

La vacca Grigio Alpina è senz’altro una delle più vecchie abitanti delle Alpi. Allevata per secoli dalle popolazioni locali soprattutto in contesti marginali ed estremi come quelli dei masi di alta quota è in grado di adattarsi perfettamente alle dure condizioni ambientali di queste regioni montane. Daniele Rosati con la sua azienda è uno degli aderenti al Presidio e proporrà in degustazione i propri formaggi. 

 

Ore 16.30

Road To Cheese: prospettive e criticità per la filiera in Trentino.

Nel corso dell’estate Slow Food Trentino ha visitato alcuni produttori dei Presìdi Slow Food, alcune malghe e caseifici in val di Fassa, nel Lagorai, in Val di Non, Sole e Peio, nelle Giudicarie, sul Monte Bondone e nelle Valli del Leno. Sono stati raccolte istanze, criticità e prospettive di un settore che resiste.

Ore 17.00: Presentazione del libro “Cercatori d’erba”

Francesco Gubert in dialogo con l’antropologa Marta Villa presenterà il libro Cercatori d’erba, un viaggio in 15 malghe del Trentino seguendo il miracolo dell’erba che si fa formaggio nei 90 giorni dell’alpeggio. Con assaggio dei formaggi di malga.

 

Ore 19.30:

Aperitivo con il Trentingrana di alpeggio Presidio Slow Food e il Blanc De Sers Brut Nature

 Il Trentingrana di alpegigo è un prodotto moderno nato per valorizzare il latte di malga, attualmente prodotto da quattro caseifici sociali. L’assaggio delle produzioni dei caseifici di Sabbionara, Cercen, Presenella e Primiero mostrerà la spettacolare variabilità di un formaggio straordinario. In abbinamento un metodo classico originale, ottenuto da uve Valderbara, Vernazza e Nosiola dalla Cantina Monfort di Lavis. 


 

DOMENICA 17 SETTEMBRE

 

Ore 11.00:

“La via lattea nel calice”: Degustazione guidata di latte di montagna

Non solo il vino va degustato in calici di cristallo e apprezzato nella sua assolutezza. Scoprire le qualità organolettiche del latte di montagna e le sue valenze storico-culturali guidati nel suo assaggio e nell’analisi sensoriale da un esperto assaggiatore e una antropologa è un’esperienza importante per comprendere la qualità del latte prodotto nelle valli del Trentino. Assaggio guidato con Francesco Gubert e Marta Villa.

Ore 12.00

Focus territoriale: Monte Baldo e Monte Bondone

Il Monte Baldo detto "Hortus Europae" (Giardino d'Europa) rappresenta un ecosistema unico per l'eccezionale biodiversità. Qui sopravvivono alcune malghe in cui la lavorazione rispettosa della materia prima trasferisce al formaggio aromi e profumi caratteristici. Il sistema montuoso prosegue poi con il Bondone altro interessante esempio di biodiversità e ricchezza  di essenze. Laboratorio di assaggio condotto da Francesco Gubert e Marta Villa.

Ore 13.30

La cucina delle malghe del Trentino con i cuochi dell’Alleanza

Le malghe sono diventate negli ultimi anni un luogo dove riscoprire l’ospitalità autentica e le tradizioni anche a tavola. I cuochi dell’Alleanza proporranno alcune ricette tipiche delle malghe del Trentino. Oggi è il turno del “formai rosti” con la polenta di mais spin della Valsugana, preparato da Luigi Montibeller e il giovane cuoco SFYN Ernesto Salizzoni. 

Ore 15.30

Focus territoriale: Val di Sole, Rabbi e Pejo

Protagonisti gli alpeggi, il latte da erba, le produzioni casearie, i domini collettivi della Val di Sole, Rabbi e Pejo. In un laboratorio del gusto condotto da Francesco Gubert, in dialogo con Marta Villa, sarà possibile assaggiare diverse tipologie di formaggi per provenienza, metodo di lavorazione e stagionatura.  Protagonista il Casolet a latte crudo Presidio Slow Food.

 

Ore 17.00

Focus territoriale: Giudicarie e Val Rendena

Protagonisti gli alpeggi, il latte da erba, le produzioni casearie, i domini collettivi della parte orientale del Trentino, con un focus sulla razza rendena, presidio Slow Food, e la tradizione della lavorazione del formaggio tipo “spressa”. In un laboratorio del gusto guidato da Francesco Gubert e Marta Villa sarà possibile assaggiare diverse tipologie di formaggi per provenienza, metodo di lavorazione e stagionatura. 


 

 

 

LUNEDÌ 18 SETTEMBRE

Ore 11.00:

Incontro con il produttore: Alessandro Suffriti e l’azienda multifunzionale

Ciasa do Parè, l’azienda che Alessandro Suffriti e la moglie Aurora Brunel gestiscono insieme alla famiglia, è un’ottimo esempio di azienda multifunzionale. Qui si allevano grigio alpine, si sfalciano i prati stabili per produrre fieno, si offre una ristorazione attenta al territorio e all’auto produzione e si produce miele di Alta montagna alpina Presidio Slow Food. Alessandro, in collegamento online, ci racconterà la propria scelta di vita e accompagnerà la degustazione di tre tipologie di formaggio e del miele millefiori Presidio Slow Food.

Ore 12.00:

Incontro con il produttore: il Caseificio sociale di Predazzo e Moena 

Il Puzzone di Moena protagonista di un laboratorio di assaggio dedicato a questa originale produzione delle Valli di Fiemme e Fassa. Proposto in versione estiva, invernale e invecchiato di un anno. Il Presidio Slow Food del Puzzone di Moena di alpeggio sarà presentato con il collegamento online di Andrea Morandini. In assaggio anche Trentingrana di malga stagionato 24 mesi.

Ore 13.30

La cucina delle malghe del Trentino con i cuochi dell’Alleanza

Le malghe sono diventate negli ultimi anni un luogo dove riscoprire l’ospitalità autentica e le tradizioni anche a tavola. I cuochi dell’Alleanza proporranno alcune ricette tipiche delle malghe del Trentino. Luigi Montibeller ci propone i fregoloti, un’antica, gustosa e salutare minestra di latte.

 

Ore 15.00 Focus territoriale: Valsugana, Lagorai

Il Lagorai è una delle aree più incontaminate del Trentino. Qui sopravvivono coraggiosamente alcune malghe dove si lavora rigorosamente a latte crudo e senza fermenti industriali (con il latte innesto autoprodotto). Il Presidio Slow Food del formaggio del Lagorai di malga tutela questa resistenza casearia. In assaggio i formaggi di tutte le 5 malghe produttrici del Presidio: Malga Casabolenga di Walter Borgogno; Malga Cagnon di Sopra con Agnese Iobstraibizer e i suoi nipoti; Malga Valsolero con Michele Stroppa; Malga Cenon di Sopra di Nicola Pompermaier e Malga Montagnagranda di Stefano Trentinaglia. Conduce la degustazione Luigi Montibeller.

bottom of page