Alla scoperta dei vini PIWI in Valle dei Laghi

Sabato 28 agosto la Condotta Slow Food Valle dell’Adige Alto Garda organizza una mattinata nelle vigne della Valle dei Laghi per approfondire il tema dei vini resistenti. Protagonisti saranno i vitigni PIWI, acronimo di derivazione tedesca pilzwiderstandfähig la cui traduzione è “viti resistenti ai funghi”. Proprio grazie a questa alta resistenza alle malattie fungine i vini PIWI richiedono pochissimi trattamenti e quindi una importante riduzione dell’uso dei pesticidi. Espressione quindi di una viticoltura più sostenibile, rispettosa dell’ambiente e volta alle sfide del futuro. In questo percorso i partecipanti saranno accompagnati da Nicola Del Monte e Giulia Pedrini, rispettivamente delle cantine Filanda de Boron di Tione e Pravis di Lasino, che ormai da anni hanno integrato nelle loro produzioni vitigni quali il solaris, lo johanniter, il souvigner gris, il muscaris. Nomi ancora poco conosciuti ma destinati a contare sempre più nel mondo vinicolo dei prossimi anni.

Sarà presente anche il vivaista Marco Vacchetti che ci spiegherà come sono nate queste viti, frutto di incroci e della ricerca portata avanti soprattutto a partire dagli anni 70 all'Università di Friburgo, in Germania.

Al termine della visita in vigneto è previsto un assaggio di vini PIWI accompagnati dai prodotti buoni, puliti e giusti di Slow Food. Prenotazioni a slowfoodadigarda@gmail.com o al 327 712 1209


22 visualizzazioni0 commenti