Cerca
  • SlowFoodAltoAdigeSüdtirol

Slowzine n. 6- gennaio 2021

Inizia il nuovo anno portando con sé tutte le incertezze e le preoccupazioni del 2020 appena concluso. Una situazione che ci obbliga a guardare al futuro con una nuova consapevolezza, iniziando a programmare una rinascita con le basi nei valori che si stanno dimostrando sempre più importanti in questo periodo e che Slow Food ha messo al centro della sua azione.


Una veduta del Lago di Garda imbiancato tre gli ulivi di Maso Botes, produttore di olio extravergine di oliva Presidio Slow Food e delle molche del Garda, prodotto dell'Arca del Gusto.


Apriamo quindi Slowzine n. 6 parlando di cambiamento, con lo sguardo di Marta Villa, antropologo culturale dell'alimentazione dell'Università di Trento e di cambiamento si parla anche nella riflessione sulla ripartenza della filiera alimentare e del suo legame con il turismo montano. Si parla di comunità, invece, con la nascita del Mercato della Terra - Terre Alte Altipiani Cimbri a Folgaria e Lavarone, e lo sviluppo di nuovi prodotti della Comunità Slow Food dei produttori e co-produttori dello zafferano di Qa'en. Ed è storia di comunità anche quella dell'Associazione La Credenza di cui ripercorriamo i 20 anni di attività da poco festeggiati.


Una nuova rubrica fissa ci conduce nei rapporti tra alimentazione e psicologia grazie alla collaborazione con Laura Endrighi. L'avvocato Stefano Senatore di Cibuslex nella rubrica "Diritto a tavola" affronta la spinosa questione dei cosiddetti "prodotti naturali", mentre la libreria due punti di Trento ci propone anche questo mese i suoi consigli di lettura.


Con uno sguardo al 2021 presentiamo il progetto di incontri e conferenze "Cultura ecologica" che prenderà avvio non appena sarà possibile tornare ad incontrarsi. Un'iniziativa che ha lo scopo di fornire gli strumenti per comprendere meglio il dibattito sulla crisi climatica. Angelo Carrillo, di Slow Food Alto Adige Sudtirol, ci ha invece donato un ricordo di Agitu e della sua forza propulsiva per Slow Food e non solo.


Un numero tutto da scoprire, per ora consultabile online e dalla prossima settimana disponibile nei punti di distribuzione:


Buonissimo in via Benacense a Rovereto

Famiglia Cooperativa di Isera in Piazza San Vincenzo a Isera

Locanda Delle Tre Chiavi Isera in Via Vannetti a Isera

Libreria due punti di Via San Martino a Trento


Slowzine è un progetto aperto e partecipato. Associazioni, militanti, soci che volessero collaborare non devono far altro che scriverci a slowfoodadigarda@gmail.com

Se vuoi diventare un punto di distribuzione della rivista contattaci.


Si ringrazia per la preziosa collaborazione Milena Battisti, Marta Villa, Angelo Carrillo, Stefano Senatore, Laura Endrighi, Andrea Santuliana, Ala Azadkia, Benedetta Andreolli, Sara Bassetti, Giuseppe Pedrotti, Luca Rigatti, la libreria due punti di Trento, We:ll Magazine e Martina Manescalchi.

Il numero 6 di Slowzine è consultabile online in formato pdf

nei prossimi giorni saranno pubblicati gli articoli in questo blog

Buona lettura a tutti!





36 visualizzazioni0 commenti

@ 2020 Slow Food Trentino Alto Adige Südtirol