Connotazione ambientale di agroecologia

di Stefano DeLugan, agroecologo vicepresidente Federazione trentina biologico

Articolo tratto da Slowzine n. 7 - febbraio2021

Consulta la rivista completa




Ambientale è una parola alquanto difficile da contemplare, a volte anche da comprendere, concerne infatti una visione d’insieme dalle innumerevoli sfaccettature, rapportando nel nostro caso, natura, uomo, biodiversità, ma anche coltivazioni ed integrità degli ambienti nelle loro declinazioni ed effetti di reciprocità ed interscambio effettivo.




La visione di questo tema osservata in chiave agroecologica vede l’uomo come unità di equilibrio, una sorta di manovratore della bilancia ecologica e non come valutatore di proporzione a suo esclusivo vantaggio, attribuendo all’effetto ambientale positivo e produttivo derivato dalle buone pratiche colturali ed ecologiche la sua stessa natura.

Ambiente ed ambientale in questa visione vanno di pari passo con la sua effettiva possibilità di essere misurato, come restituzione di risorsa ( valore ad esempio aggiunto di una coltivazione in conduzione biologica) come espressione di vita e di sinergia possibile tra l’agricoltura e gli ambienti naturali ( la diffusione o sottrazione di biodiversità ad essi collegata) come socialità ( percezione di benessere e salubrità ambientale).

Questi sono solamente alcuni esempi di osservazione delle dinamiche di interazione tra uomo, agricoltura e natura in chiave agroecologica, sicuramente una forma di sostenibilità, parola spesso abusata con la quale si coniuga una sorta di economia di risultato.

La diversa chiave di lettura in termini ambientali che ne consegue non si adatta a colture estensive a forte impatto ambientale e dal grande dispendio di energia e risorse, la agroecologia e le sue mission si basano sull’osservazione delle dinamiche ambiente uomo ed è una disciplina che si occupa di agroecosistemi multifunzionali adibiti alla circolarità tra uomo ed agricoltura. Come a dire “tutto deve tornare”, sta a noi definire in quale modo.


Nella foto una veduta dei terrazzamenti che caratterizzano la viticoltura della Val di Cembra.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

@ 2020 Slow Food Trentino Alto Adige Südtirol